Implantologia dentale con approccio digitale

Implantologia dentale: con l’approccio digitale sorridono medico e paziente

Da oltre un decennio il Gruppo Clinica Dentale Santa Teresa applica il metodo digitale all’implantologia, per interventi mininvasivi, sicuri ed estremamente precisi.

Tecnologia e chirurgia, un binomio vincente in costante evoluzione, che rappresenta il presente e il futuro del mondo medicale.

Un futuro divenuto ormai prassi consolidata per le Cliniche Dentali Santa Teresa, che da anni utilizzano l’approccio digitale applicato alla diagnostica e agli interventi di implantologia dentale, con innegabili vantaggi sia per il paziente che per il medico.

In caso di uno o più denti mancanti, infatti, l’implantologia digitale permette di ricreare in 3D la bocca del paziente, così che il dentista possa effettuare un’analisi precisa della dentatura, simulando virtualmente il miglior posizionamento degli impianti e dei denti.

 

Strumentazioni e attrezzature all’avanguardia sono uno standard per tutte le sedi di Clinica Dentale (Ravenna, Faenza, Cesena, Bologna e Rimini) e sono alla base di quello che il Gruppo chiama “cerchio digitale”, un sistema integrato di tecnologie che dialogano tra loro, rendendo ogni passaggio del percorso terapeutico più rapido, sicuro e confortevole.

“Questo secondo noi è il modello della moderna odontoiatria: un gruppo di professionisti che lavorano in team con un approccio multidisciplinare, utilizzando il meglio delle discipline e delle metodologie a disposizione, per offrire al paziente un trattamento a 360°”, spiega il Dott. Fabio Fusconi, Direttore e Coordinatore Clinico di Clinica Dentale Santa Teresa.

La maggiore praticità è riscontrabile già dalla prima visita, in cui viene presa l’impronta dentale del paziente, non più con il fastidioso materiale plastico, spesso causa di conati e senso di soffocamento, ma con lo scanner intraorale 3D. Grazie all’impronta digitale è dunque possibile programmare in anticipo le fasi di ogni singolo caso, riducendo il numero e la durata degli appuntamenti ed effettuando una diagnosi completa e accurata. La valutazione, se l’odontoiatria lo ritiene necessario, può essere perfezionata dalla TAC Cone Beam, che consente di acquisire in digitale la struttura ossea del paziente in 3D, con la massima precisione.

A questo punto, l’odontoiatra utilizza un software di implantologia computer-guidata per effettuare simulazioni virtuali dell’intervento di implantologia, da inviare al Laboratorio Dentale Santa Teresa, il quale produce in anticipo i denti e la mascherina chirurgica. Quest’ultima consente all’implantologo di posizionare gli impianti in modo preciso e sicuro, con notevoli vantaggi:

  • il dottore sa esattamente dove inserire gli impianti per evitare di toccare i nervi e le zone sensibili interne alla bocca
  • si riducono drasticamente i tempi dell’operazione chirurgica
  • nel 90% dei casi non si eseguono incisioni e quindi non si danno punti di sutura. Ciò riduce i tempi di ripresa post-operatoria e l’utilizzo di farmaci antidolorifici dopo l’intervento
  • il dolore in moltissime persone è assente o ridotto ad un semplice fastidio.

L’approccio digitale è particolarmente indicato per pazienti in età avanzata o con problematiche di salute, e offre la possibilità di eseguire un impianto a carico immediato, ossia l’inserimento di denti e impianti in un unico intervento, per tornare a sorridere in meno di 24 ore.

Desideri maggiori informazioni?
http://clinicadentalesantateresa.it/servizi/implantologia-dentale/

Direttori Sanitari:
http://clinicadentalesantateresa.it/ds